Economia

Cambio di attività? Ok al regime minimi

Un ingegnere elettronico, dipendente a tempo indeterminato, cessa il rapporto di lavoro senza fruire di mobilità. Apre la partita Iva effettuando un cambio di settore rispetto a quello in cui ha operato da dipendente aderendo al regime dei minimi. Questo è possibile in quanto la circostanza che il settore di attività sia diverso da quello in cui veniva eseguita la prestazione di lavoro dipendente è sufficiente per escludere continuità tra la nuova attività e quella precedente, e quindi, in presenza degli altri requisiti previsti dalla legge 244/07 e dal Dl 98/11, sarà possibile accedere al regime dei superminimi.

Articolo precedente

Regime minimi e contabilizzazione contributi per l'acquisto di beni strumentali

Articolo successivo

Regime Minimi e San Marino

Nessun Commento

Lascia una risposta