Economia

Cambio di inquadramento, no conseguenze per il regime dei minimi

Un contribuente ha adottato il regime dei minimi in fase di inizio attività ed è stato inquadrato come professionista con conseguente iscrizione alla gestione separata Inps. Successivamente la stessa attività deve essere inquadrata come attività artigianale, se svolta in forma imprenditoriale. Questa modifica di inquadramento non determina ripercussioni al regime dei minimi. Infatti la circostanza che il contribuente cambi l’attività o ne cambi l’inquadramento non comporta conseguenze al regime dei minimi. Sarebbe pure possibile mantenere il regime dei minimi svolgendo due attività contemporaneamente. L’unico elemento necessario è il rispetto dei requisiti di applicazione del regime e, tra gli altri, il rispetto del tetto dei ricavi e/o compensi incassati, soglia che non può superare i 30.000 euro.

Articolo precedente

Regime dei minimi e contratti a progetto

Articolo successivo

Uscita dal Regimi Minimi e applicazione ritenuta d'acconto

Nessun Commento

Lascia una risposta