Economia

Sei un Freelance e stai cercando un lavoro?

Una delle parole chiavi più cercate in assoluto in Italia nel mondo web è sicuramente “cerco lavoro”. Molti freelance o piccoli imprenditori, sopratutto al primo anno di apertura della partita iva, si trovano costretti a fare ricerche di questo tipo, con la speranza di trovare una possibilità, ma spesso e volentieri con poche probabilità di riuscita. Mentre, in ambito offline le metodologie di ricerca, sono sempre le medesime, sul web, vi sono molte più possibilità in ambito lavorativo. Ovviamente, non è detto che tutte le soluzioni siano funzionali alla ricerca, tuttavia è sempre interessante conoscere gli strumenti utili per chi ha come obiettivo l’acquisizione di un lavoro, anche perché in questo modo lo sviluppo può avvenire oltre il proprio territorio a fronte di un lavoro svolto anche per clienti dislocati sia in Italia che all’estero.

Tra tutte le piattaforme utili che si trovano online per il reperimento di lavoro, le tre che abbiamo trovato maggiormente utili ai professionisti di settori vari sono le seguenti:

www.freelancer.com è una piattaforma di offerta e ricerca professionalità in ambiti disparati. Il funzionamento è semplice: chiunque può iscriversi per delle specifiche mansioni per le quali sta cercando lavoro e ricevere di conseguenza progetti specifici per le loro professionalità a cui poter partecipare per l’acquisizione della mansione. L’azienda che pubblica il contenuto sarà nelle condizioni di poter scegliere liberamente la migliore offerta confrontando le proposte dei vari freelance  al fine di realizzare il progetto.

Quali sono i tuoi vantaggi di freelancer.com?

  • Possibilità di inviare proposte di collaborazione a tutte le aziende.
  • Contatto e collaborazione in tempo reale attraverso la chat.
  • Più di 7.320.00 progetti pubblicati
  • Possibilità di partecipare a concorsi indetti dalle specifiche aziende

www.addlance.com è una piattaforma sviluppata in Italia nella quale le aziende o professionisti possono pubblicare un progetto scegliendo tra un range di budget per la ricerca di freelance utili a soddisfare le esigenze del proponente attraverso le competenze specifiche del professionista. Anche in questo caso vi è la possibilità di confrontarsi per effettuare la migliore scelta utile all’assegnazione del contratto con la possibilità di gestire il progetto a step con verifiche progressive del progetto stesso e di conseguenza il pagamento attraverso un deposito cautelativo basato su di una garanzia: soddisfatti o rimborsati. Al termine del progetto l’azienda promotrice lascerà una valutazione sul servizio e quindi ogni freelance avrà la possibilità di far accrescere la propria reputazione online.

www.twago.it ultima descritta ma non meno importante, è una delle piattaforme con maggiore successo con un volume di progetti pari ad un importo di € 352.799.750 ad oggi e possono iscriversi tutti coloro che cercano lavoro online, sia agenzie che liberi professionisti in settori come Programmazione Web & App,Grafica, Scrittura & Traduzioni, Marketing, ecc.  Una piattaforma, quindi, che sembra essere maggiormente incentrata verso aziende e professionisti che vogliono avere una vetrina importante sul web per promuovere il proprio lavoro. Twago infatti, per generare maggiore interesse sui freelance e sui microimprenditori, ha un blog attivo dove ogni utente può acquisire le informazioni di base per prendere parte alla community 

Articolo precedente

Essere Mobile friendly o non esserlo, un dilemma per il tuo sito.

Articolo successivo

Internet of things: il progetto italiano di BitStuff

Nessun Commento

Lascia una risposta