Economia

Costi deducibili inerenti l’attività del contribuente minimo

Se un fisioterapista, lavoratore autonomo con partita Iva nel regime fiscale di vantaggio ex articolo 27, commi  1 e 2, del Dl 98/2011, sostiene spese per un master della durata di 15 mesi, tali spese, rispettando il principio di inerenza, possono essere portate in deduzione al reddito determinato come contribuente minimo. La determinazione del reddito dei contribuenti minimi non è incoerente dal concetto che viene applicato a tutti i contribuenti e cioè che un costo risulta inerente se si riferisce all’attività esercitata dal soggetto. Nel caso in esame, si ritiene che l’attività formativa sostenuta sia coerente al lavoro del fisioterapista.

Articolo precedente

DUE ALIQUOTE: DA DIPENDENTE E DA LAVORATORE AUTONOMO CONTRIBUENTE MINIMO

Articolo successivo

Srl in liquidazione senza notaio

Nessun Commento

Lascia una risposta