Social

Facebook: guerra ai fake account

Se siete stati attenti, da diversi giorni, nella sezione insights delle vostre fan page si è presentato un messaggio “minaccioso” che recita: “Di recente abbiamo aggiornato il modo in cui misuriamo a quante persone piace la tua pagina. Le pagine potrebbero registrare una diminuzione dei “Mi piace” dopo il 12 marzo, una volta rimossi i “Mi piace” degli account Facebook non attivi”.

Zuckerberg al MWCIl messaggio sembra proprio essere in linea con quanto detto mercoledì 4 Marzo da Mark Zuckerberg in occasione del quarto Q&A pubblico, tenutosi in occasione del World Mobile Congress di Barcellona. Una domanda arrivata dall’India chiede proprio al fondatore di Facebook come si possa risolvere il problema dei fake account femminili e delle identità rubate, alla quale Mark risponde: “Stiamo lavorando per riconoscere al più presto e stanare più precisamente possibile i profili falsi“. Zuckerberg ha aggiunto anche come Facebook stia prendendo la questione seriamente, e come per stanare fake account Facebook conti anche sulle segnalazioni degli utenti stessi. Per regolamento Facebook vieta la creazione di più account personali per una stessa persona, o la creazione di un profilo con il nome di un’altra persona rubandone così l’identità. Se si riscontra una situazione di questo genere Facebook permette di segnalarlo, seguendo determinate istruzioni se si ha un account Facebook o compilando un altro modulo se non si è utenti del social network.

Facebook si batte già da tempo per rimuovere i fake account, diversi mesi fa infatti il social network si era addirittura rivolto all’agenzia federale antidroga statunitense (DEA) chiedendogli di smetterla di creare fake profile per investigare sui sospetti.

Perché acquistare falsi “like”?

Ma poi diFacebook dislike thumbciamocelo chiaramente, perché affidarsi ai like di fake account? A cosa servono? I meri numeri non contano niente se non accompagnati da un aumento genuino dell’engagement, possibile solo se generato da persone realmente interessate a quello di cui la pagina sta parlando. I fan di una pagina contano quando rientrano in un target ben specifico, quando sono interessati ad entrare in qualche modo in contatto con noi o a diventare nostri clienti, a seconda dello scopo della nostra attività. Una fan page con 200 like veri sarà più performante di una pagina con 1000 like comprati o pescati tra gli amici. Se acquisire like in maniera spontanea è molto difficile, piuttosto che i fake account meglio investire in Facebook Ads con una campagna accuratamente profilata per raggiungere le persone giuste.

Quindi d’accordo con Mark, al bando i fake account!

 

Articolo precedente

WhatsApp Web per il customer care

Articolo successivo

Be-Wizard: argomento centrale è H2h.

Nessun Commento

Lascia una risposta