Tecnologia

Il cloud vola sulla PA

Il cloud vola… ovviamente sulle nuvole e sulla PA.

I risultati della ricerca vengono sintetizzati su ICT4Executive con un articolo firmato da Pietro Todorovich. Dalla sua lettura si evince che le amministrazioni pubbliche sono sempre più propense all’utilizzo di servizi cloud, specie per abbattere i costi,  ma che stando alle previsioni degli analisti, essendo concentrate in particolar modo all’adozione di soluzioni di tipo privato, rischiano di ottenere “limitati benefici economici”.
Questi i dati principali emersi dall’indagine che vengono presentati nella notizia:
“Il 56% dei rispondenti che operano nella PA locale e il 42% della PA centrale dichiarano di aver adottato o di avere in piano l’adozione di sistemi Cloud privati destinati a essere gestiti internamente.
Oltre il 50% dei rispondenti totali nella PA locale e centrale stanno invece adottando o pianificano di adottare Cloud privati che potranno essere fruiti attraverso un provider esterno.
Il Cloud pubblico compare in terza posizione, con il 28% delle risposte, seguito a grande distanza dal Cloud ibrido.
I portali per il cittadino (24% delle risposte) e di supporto ai gruppi di gestione (19%) sono le principali situazioni d’impiego per cui viene oggi considerato il Cloud Computing nella PA dell’Europa Occidentale”.

Articolo precedente

"Alfresco study" racconta l'utilizzo dei tablet in azienda

Articolo successivo

Dal cartaceo al digitale: la scuola verso il cambiamento. Se ne parla a Bardolino.

Nessun Commento

Lascia una risposta