Economia

Regime minimi e contabilizzazione contributi per l’acquisto di beni strumentali

Un libero professionista, contribuente minimo, ha beneficiato della concessione di contributi, che coprono l’acquisto di beni strumentali necessari in fase di inizio attività. Le agevolazioni prevedono sia la concessione di un mutuo agevolato sia un contributo a fondo perduto che coprirà in parte l’acquisto dei beni e per l’intero importo le spese di gestione sostenute nel primo anno di attività. Come registrare in contabilità le due agevolazioni? Ecco la risposta: per quanto riguarda il contributo a fondo perduto va sottratto dal costo dei beni strumentali acquisiti e necessari per l’inizio dell’attività. Tali beni sono deducibili nel regime dei contribuenti minimi al momento del pagamento. Per il mutuo agevolato è possibile dedurre la quota interessi, che andrà scorporata dalla quota capitale al momento del versamento della rata.

Articolo precedente

Contribuenti minimi e regime ordinario, vincolo triennale

Articolo successivo

Cambio di attività? Ok al regime minimi

Nessun Commento

Lascia una risposta